Passa ai contenuti principali

Uso dei Gruppi nelle Analytics di Youtube

Vi dico come utilizzo i Gruppi, la nuova funzione negli analytics di YouTube, che consente di raccogliere video del proprio canale sotto una unica voce.

Premessa

Gestisco un canale su YouTube per l'azienda in cui lavoro, questi video ricevono la gran parte delle visualizzazioni grazie all'embed di questi nella homepage del sito aziendale, vengono proposti tramite un box che presenta una scelta (casuale) di 3 video per volta prendendoli da una playlist specifica (composta da 13 filmati). Mesi fa e per qualche tempo, dei video presentati in homepage sono rimasti fermi, ovvero venivano proposti sempre e solo 3 video, e 2 questi hanno guadagnato molte visualizzazioni in più rispetto agli altri, sistemato il problema è comunque rimasta una consistente differenza di visualizzazioni.

Il settore dell'azienda in questo caso è molto specifico e le visualizzazioni sono nell'ordine (settimanale) di 300/400 visualizzazioni (su 14 video) per una decina di ore di visualizzazione (4 minuti di media a video); la media di viste proviene al 50% proprio da questo box in home.

Sistemare la differenza di visualizzazioni

Dato che il box prende i video da una determinata playlist, ho pensato di togliere da questa i video fortunati, in modo che anche gli altri possano recuperare visibilità. Fatto questo, negli analitycs di YouTube ho creato 2 gruppi, il primo con i 2 video che hanno avuto più visibilità grazie alla sovraesposizione in homepage, il secondo con tutti gli altri, che avevano patito nell'ombra…

Note

Grazie ai Gruppi creati ho visto che nel primo, i video fortunati una volta tolti dalla playlist hanno subito tutti un picco negativo e graduale fino a un giorno comune, in cui tutti e due non hanno avuto visualizzazioni, poi hanno pian piano ricominciato a risalire; questo momento negativo sembra finito e i video in questione ricevono sì, meno visualizzazioni, comunque da altre fonti e non sono dimenticati, la loro presenza è riemersa e ha recuperato posizioni attraverso altri percorsi.

Anche se mi baso su numeri molto piccoli, e le minime variazioni sono più evidenti, la considerazione che posso fare nel mio caso è che se viene a mancare la fonte principale di visibilità sembra esserci un percorso, una sorta di declino (e una risalita). Visto il forte legame statistico al box, mi aspettavo un percorso molto più aspro di questa curva negativa, ho notato che le ricerche sia su Google che su YouTube hanno riportato in vita i 2 video.

I Gruppi mi hanno aiutato a valutare l'andamento dei due fronti, quello che deve rimanere un po' in disparte mi ha fatto vedere l'andamento della mia voluta penalizzazione, e posso monitorare a colpo d'occhio il recupero dell'altro gruppo.

Sempre sui Gruppi di YouTube

Altro uso che ho fatto dei Gruppi, alcuni video del canale interagiscono tra di loro tramite annotazioni, così ho creato un gruppo con tutti i video con annotazioni, queste possibilmente si rimbalzano le visite, in questo modo vedo quali sono i tipi di intervento sul video più cliccati, e quelli chiusi, con questo Gruppo vedo nettamente le preferenze e gli interessi sulle note, senza dover cercare video per video.

Per concludere


Creare Gruppi per i video è un modo comodo per velocizzare la consultazione delle statistiche, per valutare alcune operazioni e movimentazioni dei video, senza dover passare in rassegna ogni video per tenere traccia dello stesso dettaglio.

Esperienze e consigli sono ben accetti

Post popolari in questo blog

InDesign dinamico attraverso l'unione dati

Ringrazio l'unione dati di Indesign.

Nel caso qualcuno non sapesse di cosa sto parlando a questo link c'è un ottimo tutorial, spiega molto bene come funziona il popolamento di dati in InDesign tramite l'unione dati.

Se l'argomento vi interessa c'è un video-tutorial:

Perché ringrazio l'unione dati?
Credo di aver sfruttato al meglio le funzionalità, le possibilità, e i conseguenti vantaggi dell'utilizzo di un semplice foglio di testo (.csv) all'interno dn InDesign CS3 e devo aggiungere che e sono riuscito a fare l'equivalente con un.txt importando tutti i record.

Consiglio vivamente l'utilizzo di un semplice file .txt per la sua semplicità d'uso (sempre che sia anche semplice il lavoro da eseguire), se il lavoro di popolamento è complesso, è meglio l'utilizzo di strumenti come excel che producono fogli di calcolo con tabelle che diventeranno .csv

Io il .txt l'ho utilizzato, ad esempio, per compilare nomi su dei badge, dovevo solo inser…

Google Reader è morto, viva Google Reader

Schiamazzi e condoglianze per il Re che muore Ora che gli animi si sono un minimo sedati e qualcuno sembra essersi dimenticato, o per lo meno è caduto nell'oblio dell'attesa, vi scrivo la mia idea alla chiusura del servizio di Reader da parte di Google; ora, ad acque calme posso esternare, oltre al mio rammarico, i motivi per cui questo annuncio mi ha dato non poco fastidio.

Scartate subito l'idea di leggere anatemi da infuencer: è fatto da google – è gratis – è l'unico – etcetera, etcetera, etcetera …
Ne sono qui a proporvi o a recensire alternative per leggere feed RSS; comunque la mia idea è alla fine di questo post.

Cosa verrà a mancare ulteriormente I servizi che mi interessano e ci verranno tolti sono in particolare 2 e strutturati all'interno di Google Reader, sono a supporto di altri strumenti di Google, e per quanto se ne dica a suon di post e condivisioni sul mancato servizio, non sono ancora incappato in nessuno che dicesse anche queste semplici cose:
ad…