Passa ai contenuti principali

InDesign dinamico attraverso l'unione dati

Ringrazio l'unione dati di Indesign.

Nel caso qualcuno non sapesse di cosa sto parlando a questo link c'è un ottimo tutorial, spiega molto bene come funziona il popolamento di dati in InDesign tramite l'unione dati.

Se l'argomento vi interessa c'è un video-tutorial:


Perché ringrazio l'unione dati?
Credo di aver sfruttato al meglio le funzionalità, le possibilità, e i conseguenti vantaggi dell'utilizzo di un semplice foglio di testo (.csv) all'interno dn InDesign CS3 e devo aggiungere che e sono riuscito a fare l'equivalente con un .txt importando tutti i record.

Consiglio vivamente l'utilizzo di un semplice file .txt per la sua semplicità d'uso (sempre che sia anche semplice il lavoro da eseguire), se il lavoro di popolamento è complesso, è meglio l'utilizzo di strumenti come excel che producono fogli di calcolo con tabelle che diventeranno .csv

Io il .txt l'ho utilizzato, ad esempio, per compilare nomi su dei badge, dovevo solo inserire nome e cognome in 200 pezzi, per farlo a mano avrei avuto molto da compilare e poi da controllare.
Invece ho fatto richiesta della lista di nominativi, non sono dovuto passare da Excel (per esportare un .csv), ho semplicemente copiato la lista e l'ho incollata in un .txt, ho aggiunto la prima riga che definisce l'intestazione del valore che si vuole caricare e che in InDesign fa da segnaposto, e l'ho "importato" in InDesign. Non ho dovuto neanche separare le righe con le virgole, il semplice "a capo"nel file basta per separare le linee.

Per qualcosa di più complesso, vi suggerisco questo consiglio: non utilizzate nella la formattazione apici singoli o doppi per marcare i dati, nonostante excel in alcuni formati di esportazione li utilizzi per unire gruppi di parole, mentre il vantaggio di quest'ultima forma senza apici è la possibilità di poter poi utilizzare all'interno del documento gli stessi apici (doppi o singoli), quindi la possibilità di mantenere, ad esempio un'apostrofo (scritto con un'apice singolo).

Esiste anche la possibilità di inserito immagini attraverso l'attributo @, ho anche tentato di inserire qualcosa di differente sotto l'attributo @, ma senza successo, a quell'attributo l'Unione Dati interpreta solo le immagini e vanno inserite scrivendo l'indirizzo assoluto delle immagini nel vostro computer.

Post popolari in questo blog

Google Reader è morto, viva Google Reader

Schiamazzi e condoglianze per il Re che muore Ora che gli animi si sono un minimo sedati e qualcuno sembra essersi dimenticato, o per lo meno è caduto nell'oblio dell'attesa, vi scrivo la mia idea alla chiusura del servizio di Reader da parte di Google; ora, ad acque calme posso esternare, oltre al mio rammarico, i motivi per cui questo annuncio mi ha dato non poco fastidio.

Scartate subito l'idea di leggere anatemi da infuencer: è fatto da google – è gratis – è l'unico – etcetera, etcetera, etcetera …
Ne sono qui a proporvi o a recensire alternative per leggere feed RSS; comunque la mia idea è alla fine di questo post.

Cosa verrà a mancare ulteriormente I servizi che mi interessano e ci verranno tolti sono in particolare 2 e strutturati all'interno di Google Reader, sono a supporto di altri strumenti di Google, e per quanto se ne dica a suon di post e condivisioni sul mancato servizio, non sono ancora incappato in nessuno che dicesse anche queste semplici cose:
ad…